Tre settori da tenere d’occhio nell’economia post pandemia

Tre settori da tenere d’occhio nell’economia post pandemia

Quali sono i settori che trarranno beneficio dai cambiamenti in atto provocati dal coronavirus? La risposta dell’Asset allocation team di CANDRIAM


La pandemia di coronavirus non è ancora terminata, ma è ormai evidente che ci sarà un prima e un dopo, non solo per la società e per l’economia, ma anche per il mondo degli investimenti. Il mondo post coronavirus sarà molto diverso, e per capire le implicazioni a medio termine sul mondo degli investimenti, secondo l’analisi dell’Asset allocation team di CANDRIAM, sarà bene osservare attentamente tre focus.

E-LEARNING E SMART WORKING

Tecnologia, healthcare, sostenibilità/energie rinnovabili: questi i focus segnalati dagli esperti, che riguardano settori diversi accomunati dagli stravolgimenti che il coronavirus sta provocando. Quello più evidente ha certamente riguardato il settore della tecnologia. Ormai smart working, e-learning e telemedicina sono entrati nella quotidianità di molti. “Tutti questi sviluppi – spiegano gli esperti dell’Asset allocation team di CANDRIAM – implicano una crescita per i mercati delle connessioni a banda larga, dei semiconduttori, della connettività, dei software, dei social media”.

TECNOLOGIA PER CONTENERE UNA NUOVA EPIDEMIA

Inoltre, queste tecnologie saranno utili anche a contribuire a tenere sotto controllo il rischio epidemico anche nei prossimi mesi. Non mancano i rischi, a partire da una possibile recrudescenza del fenomeno del cybercrime e dalla minaccia per la privacy. “Nel medio termine – spiegano gli esperti di CANDRIAM – ci aspettiamo un inflection point al rialzo nell’utilizzo di queste tecnologie, in particolare negli Usa e nei Mercati emergenti”.

HEALTHCARE, LE ARMI PER LA “GUERRA”

L’altro settore da tenere sotto osservazione è l’healthcare. “Stando alle dichiarazioni dei leader politici – commentano gli esperti di CANDRIAM – la crisi del Covid-19 è una guerra di salute pubblica. Se i professionisti in ambito sanitario sono i nuovi soldati, e i farmaci e i vaccini le nuove armi, è probabile che le popolazioni richiedano budget più sostanziosi per la sanità”. Dunque è lecito attendersi un aumento della spesa pubblica in questo ambito ed è abbastanza verosimile che “i titoli dell’healthcare saranno esposti a minori rischi durante le prossime elezioni statunitensi”. La “nuova normalità”, in sostanza, sarà di supporto non solo per il biotech e le attrezzature sanitarie, ma anche per i gruppi farmaceutici più grandi e diversificati.

 

#MILANOMFX

 

 

Fonte:www.investing.com